Closed TopicStart new topicStart Poll

> No Relax - Biografia
 
TanK
Inviato il: Martedì, 25-Lug-2006, 21:37
Quote Post


Gato Lopez
*******



Messaggi: 7096
Utente Nr.: 1
Iscritto il: 22-Giu-2006



La storia inizia nella Primavera del 2003 in terre italiane durante la tournee dei gruppi Ska-p e B.d.p. Tra viaggi e concerti si conoscono i nostri due protagonisti,Joxemi e Micky.

Dopo qualche mese Micky lascia il suo gruppo per via di divergenze musicali e caratteriali, decidendo di scendere dal treno in marcia perchè non si identificava più con la filosofia del gruppo...

In alcuni mesi creano un progetto chiamato NO RELAX, per dar vita a nuove canzoni che non erano adatte ai corrispondenti gruppi di entrambi,e nel Marzo del 2004 vede la luce il loro primo album autoprodotto, “Gridalo!”(Incontrolable Records).

I temi trattati variano dalla denuncia sociale attuale,come il maltrattamento animale e lo sfruttamento senza scrupoli delle risorse naturali, alla introspezione,più personale.

A Livello musicale si incontrano molte delle influenze che accomunano i nostri due personaggi, come il Punk-Rock che si fonde con il Swing, il Reggae alla Clash ,il Street-Punk con tocchi Oi! ,l’Hard Core e il Rock’n’Roll 50’s.

Iniziano a suonare, incastrando concerti tra gli impegni di Joxemi con Ska-p , riuscendo a fare 30 live tra Italia e Spagna,durante il 2004.

In Febbraio 2005 gli Ska-p decidono di separarsi,lasciando tempo vitale a No Relax per preparare un nuovo lavoro dopo la tournee estiva, dove suonano in Barcellona , Madrid (davanti a 10.000 persone), Milano,etc..

Nel Settembre 2005 incominciano le prove per le registrazioni del loro secondo album intitolato “VIRUS DE REBELION” ,che uscirà in Febbraio 2006 e realizzato in due versioni,italiana, e spagnola per Europa e America Latina. In questa occasione entrano a far parte di una etichetta indipendente,l’Ammonia Records.

Le tamatiche di questo lavoro tornano ad incidere in quello che per loro è di vitale importanza in questo mondo,ovvero svegliarsi ed essere sempre attivi,che è ciò di cui parla il pezzo che apre l’album: “Innorelax”.Messaggi positivi si trovano nella “Nana”(che incita a non abbattersi mai quando si rimane da soli..),nella critica sociale ironica di “Invasion”(con un invasatissimo Bush alla parola!) e “Vado via”(..dalla città,dal grigiore che ti annichilisce cuore e mente!). Ma non manca di sicuro l’introspezione,come nella Reggae-Rock “Tutto d’un fiato”, o la riflessione più profonda su ciò che accade e accadrà a causa delle nostre inconsapevoli azioni giornaliere,come in “Controguerra”, “L’abbandono”(il punto di vista di un animale abbandonato..),e “Non siamo differenti”(un immigrante che descrive la sua situazione da qualsiasi parte del pianeta..).

Il cd segue ancora una linea di base Punk-Rock,aggiungendo al calderone dosi di Irish-Punk,come in “Sorvegliando te”(un’altro inno a non diventare degli individuualisti..), e qualcosa di festivo che mancava in “Gridalo!”. Più Rock’n’Roll come in “Buenastardes”,e nella cover dei Ramones: “Do you remember Rock’n’roll radio?” ed un tema strumentale che si può catalogare come Jazz-Punk: “Non sparar sul chitarrista”.

In questo momento stanno preparando la tournee di presentazione di VIRUS DE REBELION che li porterà per Francia,Italia,Spagna,Germania e Svizzera.
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Closed TopicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.7905 ]   [ 20 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]